“Documenti, prego” di Andrea Vitali

Documenti, prego di Andrea Vitali è un cumulo di polvere al centro di un salotto perfettamente pulito; è una tovaglia che profuma di lavanda macchiata di caffè; è un vestito nuovo con uno strappo sulla manica. È una bugia: un viaggio onirico carico d’angoscia che ti attanaglia e ti trascina fino all’ultima pagina, offrendoti solo l’apparenza del sollievo. Un raggio di sole in fondo al tunnel. Un raggio che però dura poco e ti lascia in bocca l’amaro…

Continua su Sul Romanzo

Articolo creato 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto